Modulo di richiesta
X

Modulo di richiesta

È richiesto il campo nome.
Il campo ID email è obbligatorio.
  • Italy (Italia)+39
  • Afghanistan (افغانستان‎)+93
  • Albania (Shqipëri)+355
  • Algeria (الجزائر‎)+213
  • American Samoa+1684
  • Andorra+376
  • Angola+244
  • Anguilla+1264
  • Antigua and Barbuda+1268
  • Argentina+54
  • Armenia (Հայաստան)+374
  • Aruba+297
  • Australia+61
  • Austria (Österreich)+43
  • Azerbaijan (Azərbaycan)+994
  • Bahamas+1242
  • Bahrain (البحرين‎)+973
  • Bangladesh (বাংলাদেশ)+880
  • Barbados+1246
  • Belarus (Беларусь)+375
  • Belgium (België)+32
  • Belize+501
  • Benin (Bénin)+229
  • Bermuda+1441
  • Bhutan (འབྲུག)+975
  • Bolivia+591
  • Bosnia and Herzegovina (Босна и Херцеговина)+387
  • Botswana+267
  • Brazil (Brasil)+55
  • British Indian Ocean Territory+246
  • British Virgin Islands+1284
  • Brunei+673
  • Bulgaria (България)+359
  • Burkina Faso+226
  • Burundi (Uburundi)+257
  • Cambodia (កម្ពុជា)+855
  • Cameroon (Cameroun)+237
  • Canada+1
  • Cape Verde (Kabu Verdi)+238
  • Caribbean Netherlands+599
  • Cayman Islands+1345
  • Central African Republic (République centrafricaine)+236
  • Chad (Tchad)+235
  • Chile+56
  • China (中国)+86
  • Christmas Island+61
  • Cocos (Keeling) Islands+61
  • Colombia+57
  • Comoros (جزر القمر‎)+269
  • Congo (DRC) (Jamhuri ya Kidemokrasia ya Kongo)+243
  • Congo (Republic) (Congo-Brazzaville)+242
  • Cook Islands+682
  • Costa Rica+506
  • Côte d’Ivoire+225
  • Croatia (Hrvatska)+385
  • Cuba+53
  • Curaçao+599
  • Cyprus (Κύπρος)+357
  • Czech Republic (Česká republika)+420
  • Denmark (Danmark)+45
  • Djibouti+253
  • Dominica+1767
  • Dominican Republic (República Dominicana)+1
  • Ecuador+593
  • Egypt (مصر‎)+20
  • El Salvador+503
  • Equatorial Guinea (Guinea Ecuatorial)+240
  • Eritrea+291
  • Estonia (Eesti)+372
  • Ethiopia+251
  • Falkland Islands (Islas Malvinas)+500
  • Faroe Islands (Føroyar)+298
  • Fiji+679
  • Finland (Suomi)+358
  • France+33
  • French Guiana (Guyane française)+594
  • French Polynesia (Polynésie française)+689
  • Gabon+241
  • Gambia+220
  • Georgia (საქართველო)+995
  • Germany (Deutschland)+49
  • Ghana (Gaana)+233
  • Gibraltar+350
  • Greece (Ελλάδα)+30
  • Greenland (Kalaallit Nunaat)+299
  • Grenada+1473
  • Guadeloupe+590
  • Guam+1671
  • Guatemala+502
  • Guernsey+44
  • Guinea (Guinée)+224
  • Guinea-Bissau (Guiné Bissau)+245
  • Guyana+592
  • Haiti+509
  • Honduras+504
  • Hong Kong (香港)+852
  • Hungary (Magyarország)+36
  • Iceland (Ísland)+354
  • India (भारत)+91
  • Indonesia+62
  • Iran (ایران‎)+98
  • Iraq (العراق‎)+964
  • Ireland+353
  • Isle of Man+44
  • Israel (ישראל‎)+972
  • Italy (Italia)+39
  • Jamaica+1876
  • Japan (日本)+81
  • Jersey+44
  • Jordan (الأردن‎)+962
  • Kazakhstan (Казахстан)+7
  • Kenya+254
  • Kiribati+686
  • Kuwait (الكويت‎)+965
  • Kyrgyzstan (Кыргызстан)+996
  • Laos (ລາວ)+856
  • Latvia (Latvija)+371
  • Lebanon (لبنان‎)+961
  • Lesotho+266
  • Liberia+231
  • Libya (ليبيا‎)+218
  • Liechtenstein+423
  • Lithuania (Lietuva)+370
  • Luxembourg+352
  • Macau (澳門)+853
  • Macedonia (FYROM) (Македонија)+389
  • Madagascar (Madagasikara)+261
  • Malawi+265
  • Malaysia+60
  • Maldives+960
  • Mali+223
  • Malta+356
  • Marshall Islands+692
  • Martinique+596
  • Mauritania (موريتانيا‎)+222
  • Mauritius (Moris)+230
  • Mayotte+262
  • Mexico (México)+52
  • Micronesia+691
  • Moldova (Republica Moldova)+373
  • Monaco+377
  • Mongolia (Монгол)+976
  • Montenegro (Crna Gora)+382
  • Montserrat+1664
  • Morocco (المغرب‎)+212
  • Mozambique (Moçambique)+258
  • Myanmar (Burma) (မြန်မာ)+95
  • Namibia (Namibië)+264
  • Nauru+674
  • Nepal (नेपाल)+977
  • Netherlands (Nederland)+31
  • New Caledonia (Nouvelle-Calédonie)+687
  • New Zealand+64
  • Nicaragua+505
  • Niger (Nijar)+227
  • Nigeria+234
  • Niue+683
  • Norfolk Island+672
  • North Korea (조선 민주주의 인민 공화국)+850
  • Northern Mariana Islands+1670
  • Norway (Norge)+47
  • Oman (عُمان‎)+968
  • Pakistan (پاکستان‎)+92
  • Palau+680
  • Palestine (فلسطين‎)+970
  • Panama (Panamá)+507
  • Papua New Guinea+675
  • Paraguay+595
  • Peru (Perú)+51
  • Philippines+63
  • Poland (Polska)+48
  • Portugal+351
  • Puerto Rico+1
  • Qatar (قطر‎)+974
  • Réunion (La Réunion)+262
  • Romania (România)+40
  • Russia (Россия)+7
  • Rwanda+250
  • Saint Barthélemy (Saint-Barthélemy)+590
  • Saint Helena+290
  • Saint Kitts and Nevis+1869
  • Saint Lucia+1758
  • Saint Martin (Saint-Martin (partie française))+590
  • Saint Pierre and Miquelon (Saint-Pierre-et-Miquelon)+508
  • Saint Vincent and the Grenadines+1784
  • Samoa+685
  • San Marino+378
  • São Tomé and Príncipe (São Tomé e Príncipe)+239
  • Saudi Arabia (المملكة العربية السعودية‎)+966
  • Senegal (Sénégal)+221
  • Serbia (Србија)+381
  • Seychelles+248
  • Sierra Leone+232
  • Singapore+65
  • Sint Maarten+1721
  • Slovakia (Slovensko)+421
  • Slovenia (Slovenija)+386
  • Solomon Islands+677
  • Somalia (Soomaaliya)+252
  • South Africa+27
  • South Korea (대한민국)+82
  • South Sudan (جنوب السودان‎)+211
  • Spain (España)+34
  • Sri Lanka (ශ්‍රී ලංකාව)+94
  • Sudan (السودان‎)+249
  • Suriname+597
  • Svalbard and Jan Mayen+47
  • Swaziland+268
  • Sweden (Sverige)+46
  • Switzerland (Schweiz)+41
  • Syria (سوريا‎)+963
  • Taiwan (台灣)+886
  • Tajikistan+992
  • Tanzania+255
  • Thailand (ไทย)+66
  • Timor-Leste+670
  • Togo+228
  • Tokelau+690
  • Tonga+676
  • Trinidad and Tobago+1868
  • Tunisia (تونس‎)+216
  • Turkey (Türkiye)+90
  • Turkmenistan+993
  • Turks and Caicos Islands+1649
  • Tuvalu+688
  • U.S. Virgin Islands+1340
  • Uganda+256
  • Ukraine (Україна)+380
  • United Arab Emirates (الإمارات العربية المتحدة‎)+971
  • United Kingdom+44
  • United States+1
  • Uruguay+598
  • Uzbekistan (Oʻzbekiston)+998
  • Vanuatu+678
  • Vatican City (Città del Vaticano)+39
  • Venezuela+58
  • Vietnam (Việt Nam)+84
  • Wallis and Futuna+681
  • Western Sahara (الصحراء الغربية‎)+212
  • Yemen (اليمن‎)+967
  • Zambia+260
  • Zimbabwe+263
  • Åland Islands+358
Il campo del numero di telefono è obbligatorio.
Il campo della categoria di prodotto è obbligatorio.
Il campo dei commenti è obbligatorio.
******   *     *     *     *     *  *     *  *     *  
*     *  **   **    * *    *     *  **   **  *     *  
*     *  * * * *    * *    *     *  * * * *  *     *  
******   *  *  *   *   *   *  *  *  *  *  *  *  *  *  
*   *    *     *   *****   * * * *  *     *  * * * *  
*    *   *     *  *     *  **   **  *     *  **   **  
*     *  *     *  *     *  *     *  *     *  *     *  
Click to change
È richiesto il campo reale predefinito.

Prodotti

UPL, come azienda dedicata alla fornitura di mezzi tecnici, è fortemente impegnata a supportare gli agricoltori con soluzioni volte a coniugare la sostenibilità tecnica ed ambientale con quella economica, ponendo particolare occhio di riguardo alle colture che alimentano le più importanti filiere agro-alimentari (vite, olivo, pomodoro, riso, agrumi, melo e pero, barbabietola da zucchero, ecc.).

Trova il tuo prodotto

Caratteristiche

Formulazione:
sospensione concentrata

Numero di registrazione:
16402 del 13/07/2015

ENVIROMITE FL

Sostanza attiva

Bifenazate 43,55% (= 480,00 g/L)

Acaricida per impiego in pieno campo ed in serra su fragola, pomodoro, melanzana, peperone, cetriolo, zucchino, melone, cocomero, zucca e su agrumi, melo e pero. MECCANISMO D'AZIONE: IRAC 20D.

Colture

Malattie
  • Panonychus citri: Dose su ettaro:0,5-1,5 l/Ha - Dose su ettolitro:50-60 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Applicare il prodotto al primo apparire del parassita, seguendo i dosaggi di 50-60 ml/hl (corrispondenti a 0,5-1,5 l/ha di prodotto e 240-720 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, secondo lo sviluppo della chioma. Effettuare al massimo 1 trattamento annuale. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - rispettare il numero massimo di trattamenti indicato. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus cinnabarinus: Dose su ettaro:0,5-1,5 l/Ha - Dose su ettolitro:50-60 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Applicare il prodotto al primo apparire del parassita, seguendo i dosaggi di 50-60 ml/hl (corrispondenti a 0,5-1,5 l/ha di prodotto e 240-720 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, secondo lo sviluppo della chioma. Effettuare al massimo 1 trattamento annuale. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - rispettare il numero massimo di trattamenti indicato. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus urticae: Dose su ettaro:0,5-1,5 l/Ha - Dose su ettolitro:50-60 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Applicare il prodotto al primo apparire del parassita, seguendo i dosaggi di 50-60 ml/hl (corrispondenti a 0,5-1,5 l/ha di prodotto e 240-720 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, secondo lo sviluppo della chioma. Effettuare al massimo 1 trattamento annuale. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - rispettare il numero massimo di trattamenti indicato. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
Malattie
  • Panonychus citri: Dose su ettaro:0,5-1,5 l/Ha - Dose su ettolitro:50-60 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Applicare il prodotto al primo apparire del parassita, seguendo i dosaggi di 50-60 ml/hl (corrispondenti a 0,5-1,5 l/ha di prodotto e 240-720 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, secondo lo sviluppo della chioma. Effettuare al massimo 1 trattamento annuale. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - rispettare il numero massimo di trattamenti indicato. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus cinnabarinus: Dose su ettaro:0,5-1,5 l/Ha - Dose su ettolitro:50-60 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Applicare il prodotto al primo apparire del parassita, seguendo i dosaggi di 50-60 ml/hl (corrispondenti a 0,5-1,5 l/ha di prodotto e 240-720 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, secondo lo sviluppo della chioma. Effettuare al massimo 1 trattamento annuale. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - rispettare il numero massimo di trattamenti indicato. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus urticae: Dose su ettaro:0,5-1,5 l/Ha - Dose su ettolitro:50-60 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Applicare il prodotto al primo apparire del parassita, seguendo i dosaggi di 50-60 ml/hl (corrispondenti a 0,5-1,5 l/ha di prodotto e 240-720 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, secondo lo sviluppo della chioma. Effettuare al massimo 1 trattamento annuale. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - rispettare il numero massimo di trattamenti indicato. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
Malattie
  • Panonychus citri: Dose su ettaro:0,5-1,5 l/Ha - Dose su ettolitro:50-60 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Applicare il prodotto al primo apparire del parassita, seguendo i dosaggi di 50-60 ml/hl (corrispondenti a 0,5-1,5 l/ha di prodotto e 240-720 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, secondo lo sviluppo della chioma. Effettuare al massimo 1 trattamento annuale. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - rispettare il numero massimo di trattamenti indicato. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus cinnabarinus: Dose su ettaro:0,5-1,5 l/Ha - Dose su ettolitro:50-60 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Applicare il prodotto al primo apparire del parassita, seguendo i dosaggi di 50-60 ml/hl (corrispondenti a 0,5-1,5 l/ha di prodotto e 240-720 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, secondo lo sviluppo della chioma. Effettuare al massimo 1 trattamento annuale. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - rispettare il numero massimo di trattamenti indicato. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus urticae: Dose su ettaro:0,5-1,5 l/Ha - Dose su ettolitro:50-60 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Applicare il prodotto al primo apparire del parassita, seguendo i dosaggi di 50-60 ml/hl (corrispondenti a 0,5-1,5 l/ha di prodotto e 240-720 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, secondo lo sviluppo della chioma. Effettuare al massimo 1 trattamento annuale. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - rispettare il numero massimo di trattamenti indicato. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
Malattie
  • Panonychus citri: Dose su ettaro:0,5-1,5 l/Ha - Dose su ettolitro:50-60 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Applicare il prodotto al primo apparire del parassita, seguendo i dosaggi di 50-60 ml/hl (corrispondenti a 0,5-1,5 l/ha di prodotto e 240-720 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, secondo lo sviluppo della chioma. Effettuare al massimo 1 trattamento annuale. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - rispettare il numero massimo di trattamenti indicato. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus cinnabarinus: Dose su ettaro:0,5-1,5 l/Ha - Dose su ettolitro:50-60 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Applicare il prodotto al primo apparire del parassita, seguendo i dosaggi di 50-60 ml/hl (corrispondenti a 0,5-1,5 l/ha di prodotto e 240-720 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, secondo lo sviluppo della chioma. Effettuare al massimo 1 trattamento annuale. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - rispettare il numero massimo di trattamenti indicato. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus urticae: Dose su ettaro:0,5-1,5 l/Ha - Dose su ettolitro:50-60 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Applicare il prodotto al primo apparire del parassita, seguendo i dosaggi di 50-60 ml/hl (corrispondenti a 0,5-1,5 l/ha di prodotto e 240-720 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, secondo lo sviluppo della chioma. Effettuare al massimo 1 trattamento annuale. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - rispettare il numero massimo di trattamenti indicato. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
Malattie
  • Tetranychus cinnabarinus: Dose su ettaro:200-375 ml/Ha - Dose su ettolitro:20-25 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Applicare il prodotto, seguendo i dosaggi di 20-25 ml/hl (corrispondenti a 200-375 ml/ha di prodotto e 96-180 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, al primo apparire del parassita. Con alta densità del fogliame, dove gli acari, sono difficili da raggiungere, e/o in presenza di gravi infestazioni può essere necessario ripetere il trattamento dopo 7 giorni. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - effettuare generalmente un solo trattamento per anno. Solo in caso di vegetazione molto densa e/o in presenza di gravi infestazioni effettuare una seconda applicazione ravvicinata a distanza di 7 giorni. Effettuare massimo 2 applicazioni per anno. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus urticae: Dose su ettaro:200-375 ml/Ha - Dose su ettolitro:20-25 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Applicare il prodotto, seguendo i dosaggi di 20-25 ml/hl (corrispondenti a 200-375 ml/ha di prodotto e 96-180 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, al primo apparire del parassita. Con alta densità del fogliame, dove gli acari, sono difficili da raggiungere, e/o in presenza di gravi infestazioni può essere necessario ripetere il trattamento dopo 7 giorni. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - effettuare generalmente un solo trattamento per anno. Solo in caso di vegetazione molto densa e/o in presenza di gravi infestazioni effettuare una seconda applicazione ravvicinata a distanza di 7 giorni. Effettuare massimo 2 applicazioni per anno. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
Malattie
  • Tetranychus cinnabarinus: Dose su ettaro:200-375 ml/Ha - Dose su ettolitro:20-25 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Applicare il prodotto, seguendo i dosaggi di 20-25 ml/hl (corrispondenti a 200-375 ml/ha di prodotto e 96-180 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, al primo apparire del parassita. Con alta densità del fogliame, dove gli acari, sono difficili da raggiungere, e/o in presenza di gravi infestazioni può essere necessario ripetere il trattamento dopo 7 giorni. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - effettuare generalmente un solo trattamento per anno. Solo in caso di vegetazione molto densa e/o in presenza di gravi infestazioni effettuare una seconda applicazione ravvicinata a distanza di 7 giorni. Effettuare massimo 2 applicazioni per anno. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus urticae: Dose su ettaro:200-375 ml/Ha - Dose su ettolitro:20-25 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Applicare il prodotto, seguendo i dosaggi di 20-25 ml/hl (corrispondenti a 200-375 ml/ha di prodotto e 96-180 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, al primo apparire del parassita. Con alta densità del fogliame, dove gli acari, sono difficili da raggiungere, e/o in presenza di gravi infestazioni può essere necessario ripetere il trattamento dopo 7 giorni. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - effettuare generalmente un solo trattamento per anno. Solo in caso di vegetazione molto densa e/o in presenza di gravi infestazioni effettuare una seconda applicazione ravvicinata a distanza di 7 giorni. Effettuare massimo 2 applicazioni per anno. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
Malattie
  • Panonychus citri: Dose su ettaro:0,5-1,5 l/Ha - Dose su ettolitro:50-60 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Applicare il prodotto al primo apparire del parassita, seguendo i dosaggi di 50-60 ml/hl (corrispondenti a 0,5-1,5 l/ha di prodotto e 240-720 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, secondo lo sviluppo della chioma. Effettuare al massimo 1 trattamento annuale. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - rispettare il numero massimo di trattamenti indicato. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus cinnabarinus: Dose su ettaro:0,5-1,5 l/Ha - Dose su ettolitro:50-60 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Applicare il prodotto al primo apparire del parassita, seguendo i dosaggi di 50-60 ml/hl (corrispondenti a 0,5-1,5 l/ha di prodotto e 240-720 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, secondo lo sviluppo della chioma. Effettuare al massimo 1 trattamento annuale. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - rispettare il numero massimo di trattamenti indicato. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus urticae: Dose su ettaro:0,5-1,5 l/Ha - Dose su ettolitro:50-60 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Applicare il prodotto al primo apparire del parassita, seguendo i dosaggi di 50-60 ml/hl (corrispondenti a 0,5-1,5 l/ha di prodotto e 240-720 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, secondo lo sviluppo della chioma. Effettuare al massimo 1 trattamento annuale. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - rispettare il numero massimo di trattamenti indicato. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
Malattie
  • Panonychus citri: Dose su ettaro:0,5-1,5 l/Ha - Dose su ettolitro:50-60 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Applicare il prodotto al primo apparire del parassita, seguendo i dosaggi di 50-60 ml/hl (corrispondenti a 0,5-1,5 l/ha di prodotto e 240-720 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, secondo lo sviluppo della chioma. Effettuare al massimo 1 trattamento annuale. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - rispettare il numero massimo di trattamenti indicato. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus cinnabarinus: Dose su ettaro:0,5-1,5 l/Ha - Dose su ettolitro:50-60 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Applicare il prodotto al primo apparire del parassita, seguendo i dosaggi di 50-60 ml/hl (corrispondenti a 0,5-1,5 l/ha di prodotto e 240-720 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, secondo lo sviluppo della chioma. Effettuare al massimo 1 trattamento annuale. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - rispettare il numero massimo di trattamenti indicato. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus urticae: Dose su ettaro:0,5-1,5 l/Ha - Dose su ettolitro:50-60 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Applicare il prodotto al primo apparire del parassita, seguendo i dosaggi di 50-60 ml/hl (corrispondenti a 0,5-1,5 l/ha di prodotto e 240-720 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, secondo lo sviluppo della chioma. Effettuare al massimo 1 trattamento annuale. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - rispettare il numero massimo di trattamenti indicato. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
Malattie
  • Tetranychus cinnabarinus: Dose su ettaro:200-375 ml/Ha - Dose su ettolitro:20-25 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Applicare il prodotto, seguendo i dosaggi di 20-25 ml/hl (corrispondenti a 200-375 ml/ha di prodotto e 96-180 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, al primo apparire del parassita. Con alta densità del fogliame, dove gli acari, sono difficili da raggiungere, e/o in presenza di gravi infestazioni può essere necessario ripetere il trattamento dopo 7 giorni. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - effettuare generalmente un solo trattamento per anno. Solo in caso di vegetazione molto densa e/o in presenza di gravi infestazioni effettuare una seconda applicazione ravvicinata a distanza di 7 giorni. Effettuare massimo 2 applicazioni per anno. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus urticae: Dose su ettaro:200-375 ml/Ha - Dose su ettolitro:20-25 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Applicare il prodotto, seguendo i dosaggi di 20-25 ml/hl (corrispondenti a 200-375 ml/ha di prodotto e 96-180 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, al primo apparire del parassita. Con alta densità del fogliame, dove gli acari, sono difficili da raggiungere, e/o in presenza di gravi infestazioni può essere necessario ripetere il trattamento dopo 7 giorni. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - effettuare generalmente un solo trattamento per anno. Solo in caso di vegetazione molto densa e/o in presenza di gravi infestazioni effettuare una seconda applicazione ravvicinata a distanza di 7 giorni. Effettuare massimo 2 applicazioni per anno. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
Malattie
  • Tetranychus cinnabarinus: Dose su ettaro:200-375 ml/Ha - Dose su ettolitro:20-25 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Applicare il prodotto, seguendo i dosaggi di 20-25 ml/hl (corrispondenti a 200-375 ml/ha di prodotto e 96-180 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, al primo apparire del parassita. Con alta densità del fogliame, dove gli acari, sono difficili da raggiungere, e/o in presenza di gravi infestazioni può essere necessario ripetere il trattamento dopo 7 giorni. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - effettuare generalmente un solo trattamento per anno. Solo in caso di vegetazione molto densa e/o in presenza di gravi infestazioni effettuare una seconda applicazione ravvicinata a distanza di 7 giorni. Effettuare massimo 2 applicazioni per anno. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus urticae: Dose su ettaro:200-375 ml/Ha - Dose su ettolitro:20-25 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Applicare il prodotto, seguendo i dosaggi di 20-25 ml/hl (corrispondenti a 200-375 ml/ha di prodotto e 96-180 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, al primo apparire del parassita. Con alta densità del fogliame, dove gli acari, sono difficili da raggiungere, e/o in presenza di gravi infestazioni può essere necessario ripetere il trattamento dopo 7 giorni. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - effettuare generalmente un solo trattamento per anno. Solo in caso di vegetazione molto densa e/o in presenza di gravi infestazioni effettuare una seconda applicazione ravvicinata a distanza di 7 giorni. Effettuare massimo 2 applicazioni per anno. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
Malattie
  • Tetranychus cinnabarinus: Dose su ettaro:200-250 ml/Ha - Dose su ettolitro:20-25 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Applicare il prodotto, seguendo i dosaggi di 20-25 ml/hl (corrispondenti a 200-250 ml/ha di prodotto e 96-120 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, al primo apparire del parassita. Con alta densità del fogliame, dove gli acari, sono difficili da raggiungere, e/o in presenza di gravi infestazioni può essere necessario ripetere il trattamento dopo 7 giorni. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - effettuare generalmente un solo trattamento per anno. Solo in caso di vegetazione molto densa e/o in presenza di gravi infestazioni effettuare una seconda applicazione ravvicinata a distanza di 7 giorni. Effettuare massimo 2 applicazioni per anno. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus urticae: Dose su ettaro:200-250 ml/Ha - Dose su ettolitro:20-25 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Applicare il prodotto, seguendo i dosaggi di 20-25 ml/hl (corrispondenti a 200-250 ml/ha di prodotto e 96-120 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, al primo apparire del parassita. Con alta densità del fogliame, dove gli acari, sono difficili da raggiungere, e/o in presenza di gravi infestazioni può essere necessario ripetere il trattamento dopo 7 giorni. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - effettuare generalmente un solo trattamento per anno. Solo in caso di vegetazione molto densa e/o in presenza di gravi infestazioni effettuare una seconda applicazione ravvicinata a distanza di 7 giorni. Effettuare massimo 2 applicazioni per anno. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
Malattie
  • Tetranychus cinnabarinus: Dose su ettaro:200-250 ml/Ha - Dose su ettolitro:20-25 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Applicare il prodotto, seguendo i dosaggi di 20-25 ml/hl (corrispondenti a 200-250 ml/ha di prodotto e 96-120 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, al primo apparire del parassita. Con alta densità del fogliame, dove gli acari, sono difficili da raggiungere, e/o in presenza di gravi infestazioni può essere necessario ripetere il trattamento dopo 7 giorni. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - effettuare generalmente un solo trattamento per anno. Solo in caso di vegetazione molto densa e/o in presenza di gravi infestazioni effettuare una seconda applicazione ravvicinata a distanza di 7 giorni. Effettuare massimo 2 applicazioni per anno. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus urticae: Dose su ettaro:200-250 ml/Ha - Dose su ettolitro:20-25 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Applicare il prodotto, seguendo i dosaggi di 20-25 ml/hl (corrispondenti a 200-250 ml/ha di prodotto e 96-120 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, al primo apparire del parassita. Con alta densità del fogliame, dove gli acari, sono difficili da raggiungere, e/o in presenza di gravi infestazioni può essere necessario ripetere il trattamento dopo 7 giorni. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - effettuare generalmente un solo trattamento per anno. Solo in caso di vegetazione molto densa e/o in presenza di gravi infestazioni effettuare una seconda applicazione ravvicinata a distanza di 7 giorni. Effettuare massimo 2 applicazioni per anno. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
Malattie
  • Panonychus citri: Dose su ettaro:0,5-1,5 l/Ha - Dose su ettolitro:50-60 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Applicare il prodotto al primo apparire del parassita, seguendo i dosaggi di 50-60 ml/hl (corrispondenti a 0,5-1,5 l/ha di prodotto e 240-720 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, secondo lo sviluppo della chioma. Effettuare al massimo 1 trattamento annuale. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - rispettare il numero massimo di trattamenti indicato. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus cinnabarinus: Dose su ettaro:0,5-1,5 l/Ha - Dose su ettolitro:50-60 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Applicare il prodotto al primo apparire del parassita, seguendo i dosaggi di 50-60 ml/hl (corrispondenti a 0,5-1,5 l/ha di prodotto e 240-720 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, secondo lo sviluppo della chioma. Effettuare al massimo 1 trattamento annuale. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - rispettare il numero massimo di trattamenti indicato. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus urticae: Dose su ettaro:0,5-1,5 l/Ha - Dose su ettolitro:50-60 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Applicare il prodotto al primo apparire del parassita, seguendo i dosaggi di 50-60 ml/hl (corrispondenti a 0,5-1,5 l/ha di prodotto e 240-720 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, secondo lo sviluppo della chioma. Effettuare al massimo 1 trattamento annuale. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - rispettare il numero massimo di trattamenti indicato. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
Malattie
  • Panonychus citri: Dose su ettaro:0,5-1,5 l/Ha - Dose su ettolitro:50-60 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Applicare il prodotto al primo apparire del parassita, seguendo i dosaggi di 50-60 ml/hl (corrispondenti a 0,5-1,5 l/ha di prodotto e 240-720 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, secondo lo sviluppo della chioma. Effettuare al massimo 1 trattamento annuale. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - rispettare il numero massimo di trattamenti indicato. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus cinnabarinus: Dose su ettaro:0,5-1,5 l/Ha - Dose su ettolitro:50-60 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Applicare il prodotto al primo apparire del parassita, seguendo i dosaggi di 50-60 ml/hl (corrispondenti a 0,5-1,5 l/ha di prodotto e 240-720 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, secondo lo sviluppo della chioma. Effettuare al massimo 1 trattamento annuale. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - rispettare il numero massimo di trattamenti indicato. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus urticae: Dose su ettaro:0,5-1,5 l/Ha - Dose su ettolitro:50-60 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Applicare il prodotto al primo apparire del parassita, seguendo i dosaggi di 50-60 ml/hl (corrispondenti a 0,5-1,5 l/ha di prodotto e 240-720 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, secondo lo sviluppo della chioma. Effettuare al massimo 1 trattamento annuale. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - rispettare il numero massimo di trattamenti indicato. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
Malattie
  • Panonychus citri: Dose su ettaro:0,5-1,5 l/Ha - Dose su ettolitro:50-60 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Applicare il prodotto al primo apparire del parassita, seguendo i dosaggi di 50-60 ml/hl (corrispondenti a 0,5-1,5 l/ha di prodotto e 240-720 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, secondo lo sviluppo della chioma. Effettuare al massimo 1 trattamento annuale. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - rispettare il numero massimo di trattamenti indicato. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus cinnabarinus: Dose su ettaro:0,5-1,5 l/Ha - Dose su ettolitro:50-60 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Applicare il prodotto al primo apparire del parassita, seguendo i dosaggi di 50-60 ml/hl (corrispondenti a 0,5-1,5 l/ha di prodotto e 240-720 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, secondo lo sviluppo della chioma. Effettuare al massimo 1 trattamento annuale. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - rispettare il numero massimo di trattamenti indicato. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus urticae: Dose su ettaro:0,5-1,5 l/Ha - Dose su ettolitro:50-60 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Applicare il prodotto al primo apparire del parassita, seguendo i dosaggi di 50-60 ml/hl (corrispondenti a 0,5-1,5 l/ha di prodotto e 240-720 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, secondo lo sviluppo della chioma. Effettuare al massimo 1 trattamento annuale. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - rispettare il numero massimo di trattamenti indicato. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
Malattie
  • Panonychus citri: Dose su ettaro:0,5-1,5 l/Ha - Dose su ettolitro:50-60 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Applicare il prodotto al primo apparire del parassita, seguendo i dosaggi di 50-60 ml/hl (corrispondenti a 0,5-1,5 l/ha di prodotto e 240-720 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, secondo lo sviluppo della chioma. Effettuare al massimo 1 trattamento annuale. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - rispettare il numero massimo di trattamenti indicato. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus cinnabarinus: Dose su ettaro:0,5-1,5 l/Ha - Dose su ettolitro:50-60 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Applicare il prodotto al primo apparire del parassita, seguendo i dosaggi di 50-60 ml/hl (corrispondenti a 0,5-1,5 l/ha di prodotto e 240-720 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, secondo lo sviluppo della chioma. Effettuare al massimo 1 trattamento annuale. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - rispettare il numero massimo di trattamenti indicato. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus urticae: Dose su ettaro:0,5-1,5 l/Ha - Dose su ettolitro:50-60 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Applicare il prodotto al primo apparire del parassita, seguendo i dosaggi di 50-60 ml/hl (corrispondenti a 0,5-1,5 l/ha di prodotto e 240-720 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, secondo lo sviluppo della chioma. Effettuare al massimo 1 trattamento annuale. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - rispettare il numero massimo di trattamenti indicato. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
Malattie
  • Tetranychus cinnabarinus: Dose su ettaro:200-375 ml/Ha - Dose su ettolitro:20-25 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Applicare il prodotto, seguendo i dosaggi di 20-25 ml/hl (corrispondenti a 200-375 ml/ha di prodotto e 96-180 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, al primo apparire del parassita. Con alta densità del fogliame, dove gli acari, sono difficili da raggiungere, e/o in presenza di gravi infestazioni può essere necessario ripetere il trattamento dopo 7 giorni. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - effettuare generalmente un solo trattamento per anno. Solo in caso di vegetazione molto densa e/o in presenza di gravi infestazioni effettuare una seconda applicazione ravvicinata a distanza di 7 giorni. Effettuare massimo 2 applicazioni per anno. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus urticae: Dose su ettaro:200-375 ml/Ha - Dose su ettolitro:20-25 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Applicare il prodotto, seguendo i dosaggi di 20-25 ml/hl (corrispondenti a 200-375 ml/ha di prodotto e 96-180 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, al primo apparire del parassita. Con alta densità del fogliame, dove gli acari, sono difficili da raggiungere, e/o in presenza di gravi infestazioni può essere necessario ripetere il trattamento dopo 7 giorni. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - effettuare generalmente un solo trattamento per anno. Solo in caso di vegetazione molto densa e/o in presenza di gravi infestazioni effettuare una seconda applicazione ravvicinata a distanza di 7 giorni. Effettuare massimo 2 applicazioni per anno. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
Malattie
  • Tetranychus cinnabarinus: Dose su ettaro:200-375 ml/Ha - Dose su ettolitro:20-25 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Applicare il prodotto, seguendo i dosaggi di 20-25 ml/hl (corrispondenti a 200-375 ml/ha di prodotto e 96-180 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, al primo apparire del parassita. Con alta densità del fogliame, dove gli acari, sono difficili da raggiungere, e/o in presenza di gravi infestazioni può essere necessario ripetere il trattamento dopo 7 giorni. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - effettuare generalmente un solo trattamento per anno. Solo in caso di vegetazione molto densa e/o in presenza di gravi infestazioni effettuare una seconda applicazione ravvicinata a distanza di 7 giorni. Effettuare massimo 2 applicazioni per anno. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus urticae: Dose su ettaro:200-375 ml/Ha - Dose su ettolitro:20-25 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Applicare il prodotto, seguendo i dosaggi di 20-25 ml/hl (corrispondenti a 200-375 ml/ha di prodotto e 96-180 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, al primo apparire del parassita. Con alta densità del fogliame, dove gli acari, sono difficili da raggiungere, e/o in presenza di gravi infestazioni può essere necessario ripetere il trattamento dopo 7 giorni. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - effettuare generalmente un solo trattamento per anno. Solo in caso di vegetazione molto densa e/o in presenza di gravi infestazioni effettuare una seconda applicazione ravvicinata a distanza di 7 giorni. Effettuare massimo 2 applicazioni per anno. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
Malattie
  • Panonychus ulmi: Dose su ettaro:0,75-1 l/Ha - Dose su ettolitro:50-67 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Applicare il prodotto, seguendo i dosaggi di 50-67 ml/hl (corrispondenti a 0,75-1 l/ha di prodotto e 360-480 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, al primo apparire dei parassiti. Effettuare al massimo 1 trattamento annuale. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - rispettare il numero massimo di trattamenti indicato. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
Malattie
  • Tetranychus cinnabarinus: Dose su ettaro:200-375 ml/Ha - Dose su ettolitro:20-25 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Applicare il prodotto, seguendo i dosaggi di 20-25 ml/hl (corrispondenti a 200-375 ml/ha di prodotto e 96-180 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, al primo apparire del parassita. Con alta densità del fogliame, dove gli acari, sono difficili da raggiungere, e/o in presenza di gravi infestazioni può essere necessario ripetere il trattamento dopo 7 giorni. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - effettuare generalmente un solo trattamento per anno. Solo in caso di vegetazione molto densa e/o in presenza di gravi infestazioni effettuare una seconda applicazione ravvicinata a distanza di 7 giorni. Effettuare massimo 2 applicazioni per anno. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus urticae: Dose su ettaro:200-375 ml/Ha - Dose su ettolitro:20-25 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Applicare il prodotto, seguendo i dosaggi di 20-25 ml/hl (corrispondenti a 200-375 ml/ha di prodotto e 96-180 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, al primo apparire del parassita. Con alta densità del fogliame, dove gli acari, sono difficili da raggiungere, e/o in presenza di gravi infestazioni può essere necessario ripetere il trattamento dopo 7 giorni. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - effettuare generalmente un solo trattamento per anno. Solo in caso di vegetazione molto densa e/o in presenza di gravi infestazioni effettuare una seconda applicazione ravvicinata a distanza di 7 giorni. Effettuare massimo 2 applicazioni per anno. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
Malattie
  • Tetranychus cinnabarinus: Dose su ettaro:200-375 ml/Ha - Dose su ettolitro:20-25 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Applicare il prodotto, seguendo i dosaggi di 20-25 ml/hl (corrispondenti a 200-375 ml/ha di prodotto e 96-180 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, al primo apparire del parassita. Con alta densità del fogliame, dove gli acari, sono difficili da raggiungere, e/o in presenza di gravi infestazioni può essere necessario ripetere il trattamento dopo 7 giorni. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - effettuare generalmente un solo trattamento per anno. Solo in caso di vegetazione molto densa e/o in presenza di gravi infestazioni effettuare una seconda applicazione ravvicinata a distanza di 7 giorni. Effettuare massimo 2 applicazioni per anno. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus urticae: Dose su ettaro:200-375 ml/Ha - Dose su ettolitro:20-25 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Applicare il prodotto, seguendo i dosaggi di 20-25 ml/hl (corrispondenti a 200-375 ml/ha di prodotto e 96-180 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, al primo apparire del parassita. Con alta densità del fogliame, dove gli acari, sono difficili da raggiungere, e/o in presenza di gravi infestazioni può essere necessario ripetere il trattamento dopo 7 giorni. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - effettuare generalmente un solo trattamento per anno. Solo in caso di vegetazione molto densa e/o in presenza di gravi infestazioni effettuare una seconda applicazione ravvicinata a distanza di 7 giorni. Effettuare massimo 2 applicazioni per anno. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
Malattie
  • Tetranychus cinnabarinus: Dose su ettaro:200-375 ml/Ha - Dose su ettolitro:20-25 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Applicare il prodotto, seguendo i dosaggi di 20-25 ml/hl (corrispondenti a 200-375 ml/ha di prodotto e 96-180 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, al primo apparire del parassita. Con alta densità del fogliame, dove gli acari, sono difficili da raggiungere, e/o in presenza di gravi infestazioni può essere necessario ripetere il trattamento dopo 7 giorni. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - effettuare generalmente un solo trattamento per anno. Solo in caso di vegetazione molto densa e/o in presenza di gravi infestazioni effettuare una seconda applicazione ravvicinata a distanza di 7 giorni. Effettuare massimo 2 applicazioni per anno. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus urticae: Dose su ettaro:200-375 ml/Ha - Dose su ettolitro:20-25 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Applicare il prodotto, seguendo i dosaggi di 20-25 ml/hl (corrispondenti a 200-375 ml/ha di prodotto e 96-180 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, al primo apparire del parassita. Con alta densità del fogliame, dove gli acari, sono difficili da raggiungere, e/o in presenza di gravi infestazioni può essere necessario ripetere il trattamento dopo 7 giorni. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - effettuare generalmente un solo trattamento per anno. Solo in caso di vegetazione molto densa e/o in presenza di gravi infestazioni effettuare una seconda applicazione ravvicinata a distanza di 7 giorni. Effettuare massimo 2 applicazioni per anno. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
Malattie
  • Tetranychus cinnabarinus: Dose su ettaro:200-375 ml/Ha - Dose su ettolitro:20-25 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Applicare il prodotto, seguendo i dosaggi di 20-25 ml/hl (corrispondenti a 200-375 ml/ha di prodotto e 96-180 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, al primo apparire del parassita. Con alta densità del fogliame, dove gli acari, sono difficili da raggiungere, e/o in presenza di gravi infestazioni può essere necessario ripetere il trattamento dopo 7 giorni. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - effettuare generalmente un solo trattamento per anno. Solo in caso di vegetazione molto densa e/o in presenza di gravi infestazioni effettuare una seconda applicazione ravvicinata a distanza di 7 giorni. Effettuare massimo 2 applicazioni per anno. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus urticae: Dose su ettaro:200-375 ml/Ha - Dose su ettolitro:20-25 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Applicare il prodotto, seguendo i dosaggi di 20-25 ml/hl (corrispondenti a 200-375 ml/ha di prodotto e 96-180 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, al primo apparire del parassita. Con alta densità del fogliame, dove gli acari, sono difficili da raggiungere, e/o in presenza di gravi infestazioni può essere necessario ripetere il trattamento dopo 7 giorni. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - effettuare generalmente un solo trattamento per anno. Solo in caso di vegetazione molto densa e/o in presenza di gravi infestazioni effettuare una seconda applicazione ravvicinata a distanza di 7 giorni. Effettuare massimo 2 applicazioni per anno. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
Malattie
  • Panonychus ulmi: Dose su ettaro:0,75-1 l/Ha - Dose su ettolitro:50-67 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Applicare il prodotto, seguendo i dosaggi di 50-67 ml/hl (corrispondenti a 0,75-1 l/ha di prodotto e 360-480 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, al primo apparire dei parassiti. Effettuare al massimo 1 trattamento annuale. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - rispettare il numero massimo di trattamenti indicato. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
Malattie
  • Panonychus citri: Dose su ettaro:0,5-1,5 l/Ha - Dose su ettolitro:50-60 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Applicare il prodotto al primo apparire del parassita, seguendo i dosaggi di 50-60 ml/hl (corrispondenti a 0,5-1,5 l/ha di prodotto e 240-720 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, secondo lo sviluppo della chioma. Effettuare al massimo 1 trattamento annuale. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - rispettare il numero massimo di trattamenti indicato. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus cinnabarinus: Dose su ettaro:0,5-1,5 l/Ha - Dose su ettolitro:50-60 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Applicare il prodotto al primo apparire del parassita, seguendo i dosaggi di 50-60 ml/hl (corrispondenti a 0,5-1,5 l/ha di prodotto e 240-720 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, secondo lo sviluppo della chioma. Effettuare al massimo 1 trattamento annuale. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - rispettare il numero massimo di trattamenti indicato. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus urticae: Dose su ettaro:0,5-1,5 l/Ha - Dose su ettolitro:50-60 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Applicare il prodotto al primo apparire del parassita, seguendo i dosaggi di 50-60 ml/hl (corrispondenti a 0,5-1,5 l/ha di prodotto e 240-720 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, secondo lo sviluppo della chioma. Effettuare al massimo 1 trattamento annuale. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - rispettare il numero massimo di trattamenti indicato. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
Malattie
  • Tetranychus cinnabarinus: Dose su ettaro:200-250 ml/Ha - Dose su ettolitro:20-25 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Applicare il prodotto, seguendo i dosaggi di 20-25 ml/hl (corrispondenti a 200-375 ml/ha di prodotto e 96-180 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, al primo apparire del parassita. Con alta densità del fogliame, dove gli acari, sono difficili da raggiungere, e/o in presenza di gravi infestazioni può essere necessario ripetere il trattamento dopo 7 giorni. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - effettuare generalmente un solo trattamento per anno. Solo in caso di vegetazione molto densa e/o in presenza di gravi infestazioni effettuare una seconda applicazione ravvicinata a distanza di 7 giorni. Effettuare massimo 2 applicazioni per anno. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus urticae: Dose su ettaro:200-250 ml/Ha - Dose su ettolitro:20-25 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Applicare il prodotto, seguendo i dosaggi di 20-25 ml/hl (corrispondenti a 200-375 ml/ha di prodotto e 96-180 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, al primo apparire del parassita. Con alta densità del fogliame, dove gli acari, sono difficili da raggiungere, e/o in presenza di gravi infestazioni può essere necessario ripetere il trattamento dopo 7 giorni. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - effettuare generalmente un solo trattamento per anno. Solo in caso di vegetazione molto densa e/o in presenza di gravi infestazioni effettuare una seconda applicazione ravvicinata a distanza di 7 giorni. Effettuare massimo 2 applicazioni per anno. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
Malattie
  • Tetranychus cinnabarinus: Dose su ettaro:200-250 ml/Ha - Dose su ettolitro:20-25 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Applicare il prodotto, seguendo i dosaggi di 20-25 ml/hl (corrispondenti a 200-375 ml/ha di prodotto e 96-180 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, al primo apparire del parassita. Con alta densità del fogliame, dove gli acari, sono difficili da raggiungere, e/o in presenza di gravi infestazioni può essere necessario ripetere il trattamento dopo 7 giorni. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - effettuare generalmente un solo trattamento per anno. Solo in caso di vegetazione molto densa e/o in presenza di gravi infestazioni effettuare una seconda applicazione ravvicinata a distanza di 7 giorni. Effettuare massimo 2 applicazioni per anno. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus urticae: Dose su ettaro:200-250 ml/Ha - Dose su ettolitro:20-25 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Applicare il prodotto, seguendo i dosaggi di 20-25 ml/hl (corrispondenti a 200-375 ml/ha di prodotto e 96-180 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, al primo apparire del parassita. Con alta densità del fogliame, dove gli acari, sono difficili da raggiungere, e/o in presenza di gravi infestazioni può essere necessario ripetere il trattamento dopo 7 giorni. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - effettuare generalmente un solo trattamento per anno. Solo in caso di vegetazione molto densa e/o in presenza di gravi infestazioni effettuare una seconda applicazione ravvicinata a distanza di 7 giorni. Effettuare massimo 2 applicazioni per anno. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
Malattie
  • Panonychus citri: Dose su ettaro:0,5-1,5 l/Ha - Dose su ettolitro:50-60 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Applicare il prodotto al primo apparire del parassita, seguendo i dosaggi di 50-60 ml/hl (corrispondenti a 0,5-1,5 l/ha di prodotto e 240-720 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, secondo lo sviluppo della chioma. Effettuare al massimo 1 trattamento annuale. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - rispettare il numero massimo di trattamenti indicato. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus cinnabarinus: Dose su ettaro:0,5-1,5 l/Ha - Dose su ettolitro:50-60 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Applicare il prodotto al primo apparire del parassita, seguendo i dosaggi di 50-60 ml/hl (corrispondenti a 0,5-1,5 l/ha di prodotto e 240-720 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, secondo lo sviluppo della chioma. Effettuare al massimo 1 trattamento annuale. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - rispettare il numero massimo di trattamenti indicato. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus urticae: Dose su ettaro:0,5-1,5 l/Ha - Dose su ettolitro:50-60 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Applicare il prodotto al primo apparire del parassita, seguendo i dosaggi di 50-60 ml/hl (corrispondenti a 0,5-1,5 l/ha di prodotto e 240-720 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, secondo lo sviluppo della chioma. Effettuare al massimo 1 trattamento annuale. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - rispettare il numero massimo di trattamenti indicato. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
Malattie
  • Panonychus citri: Dose su ettaro:0,5-1,5 l/Ha - Dose su ettolitro:50-60 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Applicare il prodotto al primo apparire del parassita, seguendo i dosaggi di 50-60 ml/hl (corrispondenti a 0,5-1,5 l/ha di prodotto e 240-720 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, secondo lo sviluppo della chioma. Effettuare al massimo 1 trattamento annuale. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - rispettare il numero massimo di trattamenti indicato. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus cinnabarinus: Dose su ettaro:0,5-1,5 l/Ha - Dose su ettolitro:50-60 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Applicare il prodotto al primo apparire del parassita, seguendo i dosaggi di 50-60 ml/hl (corrispondenti a 0,5-1,5 l/ha di prodotto e 240-720 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, secondo lo sviluppo della chioma. Effettuare al massimo 1 trattamento annuale. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - rispettare il numero massimo di trattamenti indicato. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus urticae: Dose su ettaro:0,5-1,5 l/Ha - Dose su ettolitro:50-60 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Applicare il prodotto al primo apparire del parassita, seguendo i dosaggi di 50-60 ml/hl (corrispondenti a 0,5-1,5 l/ha di prodotto e 240-720 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, secondo lo sviluppo della chioma. Effettuare al massimo 1 trattamento annuale. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - rispettare il numero massimo di trattamenti indicato. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
Malattie
  • Tetranychus cinnabarinus: Dose su ettaro:200-375 ml/Ha - Dose su ettolitro:20-25 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Applicare il prodotto, seguendo i dosaggi di 20-25 ml/hl (corrispondenti a 200-375 ml/ha di prodotto e 96-180 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, al primo apparire del parassita. Con alta densità del fogliame, dove gli acari, sono difficili da raggiungere, e/o in presenza di gravi infestazioni può essere necessario ripetere il trattamento dopo 7 giorni. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - effettuare generalmente un solo trattamento per anno. Solo in caso di vegetazione molto densa e/o in presenza di gravi infestazioni effettuare una seconda applicazione ravvicinata a distanza di 7 giorni. Effettuare massimo 2 applicazioni per anno. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus urticae: Dose su ettaro:200-375 ml/Ha - Dose su ettolitro:20-25 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Applicare il prodotto, seguendo i dosaggi di 20-25 ml/hl (corrispondenti a 200-375 ml/ha di prodotto e 96-180 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, al primo apparire del parassita. Con alta densità del fogliame, dove gli acari, sono difficili da raggiungere, e/o in presenza di gravi infestazioni può essere necessario ripetere il trattamento dopo 7 giorni. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - effettuare generalmente un solo trattamento per anno. Solo in caso di vegetazione molto densa e/o in presenza di gravi infestazioni effettuare una seconda applicazione ravvicinata a distanza di 7 giorni. Effettuare massimo 2 applicazioni per anno. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
Malattie
  • Tetranychus cinnabarinus: Dose su ettaro:200-375 ml/Ha - Dose su ettolitro:20-25 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Applicare il prodotto, seguendo i dosaggi di 20-25 ml/hl (corrispondenti a 200-375 ml/ha di prodotto e 96-180 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, al primo apparire del parassita. Con alta densità del fogliame, dove gli acari, sono difficili da raggiungere, e/o in presenza di gravi infestazioni può essere necessario ripetere il trattamento dopo 7 giorni. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - effettuare generalmente un solo trattamento per anno. Solo in caso di vegetazione molto densa e/o in presenza di gravi infestazioni effettuare una seconda applicazione ravvicinata a distanza di 7 giorni. Effettuare massimo 2 applicazioni per anno. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus urticae: Dose su ettaro:200-375 ml/Ha - Dose su ettolitro:20-25 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Applicare il prodotto, seguendo i dosaggi di 20-25 ml/hl (corrispondenti a 200-375 ml/ha di prodotto e 96-180 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, al primo apparire del parassita. Con alta densità del fogliame, dove gli acari, sono difficili da raggiungere, e/o in presenza di gravi infestazioni può essere necessario ripetere il trattamento dopo 7 giorni. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - effettuare generalmente un solo trattamento per anno. Solo in caso di vegetazione molto densa e/o in presenza di gravi infestazioni effettuare una seconda applicazione ravvicinata a distanza di 7 giorni. Effettuare massimo 2 applicazioni per anno. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
Malattie
  • Tetranychus cinnabarinus: Dose su ettaro:200-375 ml/Ha - Dose su ettolitro:20-25 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Applicare il prodotto, seguendo i dosaggi di 20-25 ml/hl (corrispondenti a 200-375 ml/ha di prodotto e 96-180 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, al primo apparire del parassita. Con alta densità del fogliame, dove gli acari, sono difficili da raggiungere, e/o in presenza di gravi infestazioni può essere necessario ripetere il trattamento dopo 7 giorni. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - effettuare generalmente un solo trattamento per anno. Solo in caso di vegetazione molto densa e/o in presenza di gravi infestazioni effettuare una seconda applicazione ravvicinata a distanza di 7 giorni. Effettuare massimo 2 applicazioni per anno. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus urticae: Dose su ettaro:200-375 ml/Ha - Dose su ettolitro:20-25 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Applicare il prodotto, seguendo i dosaggi di 20-25 ml/hl (corrispondenti a 200-375 ml/ha di prodotto e 96-180 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, al primo apparire del parassita. Con alta densità del fogliame, dove gli acari, sono difficili da raggiungere, e/o in presenza di gravi infestazioni può essere necessario ripetere il trattamento dopo 7 giorni. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - effettuare generalmente un solo trattamento per anno. Solo in caso di vegetazione molto densa e/o in presenza di gravi infestazioni effettuare una seconda applicazione ravvicinata a distanza di 7 giorni. Effettuare massimo 2 applicazioni per anno. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
Malattie
  • Tetranychus cinnabarinus: Dose su ettaro:200-375 ml/Ha - Dose su ettolitro:20-25 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Applicare il prodotto, seguendo i dosaggi di 20-25 ml/hl (corrispondenti a 200-375 ml/ha di prodotto e 96-180 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, al primo apparire del parassita. Con alta densità del fogliame, dove gli acari, sono difficili da raggiungere, e/o in presenza di gravi infestazioni può essere necessario ripetere il trattamento dopo 7 giorni. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - effettuare generalmente un solo trattamento per anno. Solo in caso di vegetazione molto densa e/o in presenza di gravi infestazioni effettuare una seconda applicazione ravvicinata a distanza di 7 giorni. Effettuare massimo 2 applicazioni per anno. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.
  • Tetranychus urticae: Dose su ettaro:200-375 ml/Ha - Dose su ettolitro:20-25 ml/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Applicare il prodotto, seguendo i dosaggi di 20-25 ml/hl (corrispondenti a 200-375 ml/ha di prodotto e 96-180 g/ha di sostanza attiva) ed i volumi indicati, al primo apparire del parassita. Con alta densità del fogliame, dove gli acari, sono difficili da raggiungere, e/o in presenza di gravi infestazioni può essere necessario ripetere il trattamento dopo 7 giorni. Per ridurre la pressione selettiva che potrebbe portare allo sviluppo di resistenza, il prodotto potrebbe essere usato con moderazione secondo alcune strategie: - effettuare generalmente un solo trattamento per anno. Solo in caso di vegetazione molto densa e/o in presenza di gravi infestazioni effettuare una seconda applicazione ravvicinata a distanza di 7 giorni. Effettuare massimo 2 applicazioni per anno. - monitorare regolarmente le coltivazioni ed applicare il prodotto al primo manifestarsi dell'infestazione. Non attendere lo sviluppo di ampie popolazioni. - impiegare sempre il preparato ai dosaggi raccomandati. Inoltre, non può essere esclusa la possibilità che alcuni acari possano sviluppare resistenza al prodotto. Se l'utilizzatore, di quest'ultimo, nota una ridotta efficacia del preparato, intervenire con mezzi di controllo alternativi. L'acaricida, quando usato secondo quanto indicato, combina un'alta attività sugli acari dannosi con la selettività verso gli insetti ed acari predatori. In aggiunta, l'unicità della famiglia chimica della sostanza attiva del prodotto, conferisce la capacità di controllare acari che hanno sviluppato resistenza verso altri prodotti. N.B. Effettuare il trattamento con cura, bagnando con la soluzione di irrorazione tutto il fogliame. Evitare applicazioni a basso volume. Nel caso si impieghino volumi di acqua diversi da quelli sopraindicati adeguare le dosi per Hl in modo da distribuire per unità di superficie la stessa quantità di prodotto, senza superare i quantitativi massimi per ettaro indicati per ciascuna coltura.

Tutti gli Agrofarmaci presenti nel sito sono autorizzati dal Ministero della Salute. Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale.